Rubini e Crispiani – “Espulsione dall’Italia dell’ex occupante di casa de Ni’altri è un atto disumano!”

 

maurice

Dopo il vergognoso sgombero del 5 febbraio per gli occupanti di via Ragusa sono arrivate le foto segnaletiche, le impronte digitali e le denunce. Poi abbiamo dovuto assistere alla militarizzazione della città e del comune, la casa che dovrebbe essere di tutti i cittadini. Ma, sottolineano i consiglieri di SEL, “l’espulsione di Maurice e il suo rimpatrio in Nigeria, terra di fame e guerra, assumono veramente i contorni di un atto crudele”. “Un essere umano”, proseguono i consiglieri fin da subito sostenitori dell’occupazione,” a causa della vergogna rappresentata dalla Bossi-Fini e dall’autoritarismo del sindaco colpevole di aver vestito i panni di sceriffo fin da subito, viene rispedito nell’inferno da cui era scappato come se fosse un oggetto ingombrante.” Oggi, concludono Rubini e Crispiani, “ci sentiamo tutti clandestini in un paese ed in una città dove fin troppo spesso ci si dimentica il valore della solidarietà e della fratellanza umana.”

Comunicato congiunto SEL Ancona Bene Comune e M5S: Il Sindaco non menta sulla destinazione della scuola di Via Ragusa.

cdn

 

 

 

 

 

 

In merito alla destinazione della ex scuola Regina Margherita chiediamo al Sindaco e alla giunta di informare correttamente e in via definitiva i cittadini.

Sulla stampa abbiamo letto non meglio precisate dichiarazioni da parte dello stesso Sindaco riguardo ad eventuali o presunte destinazioni dello stabile ad associazioni per disabili o ad altri scopi sociali, che sarebbe stata decisa dal consiglio comuanale, cosa che non corrisponde agli atti in nostro possesso.

Questo consiglio comunale non ha mai votato atti che riguardano l’ex scuola, se non quelli contenuti nel bilancio di previsione 2013, dove lo stesso edificio figura nel piano delle alienazioni 2014 (allegato). Quindi la scuola doveva essere venduta, stando al bilancio votato in consiglio.

A conferma di questo, nessuna menzione di eventuali opere pubbliche relative alla scuola Regina Margherita viene riportata nel piano triennale delle opere pubbliche (alleghiamo anche questo). Se rimessa in funzione, essa avrebbe bisogno di ingenti interventi di manutenzione e ripristino a causa di problemi di staticità.

Ad una nostra richiesta di accesso agli atti per conoscere eventuali altri documenti che destinassero lo stabile a diverse assegnazioni, ci è stato risposto dagli uffici comunali con un nulla di fatto, ovvero gli uffici non sono a conoscenza di altri tipi di destinazioni che non siano quelle attuali.

Chiediamo dunque al Sindaco dove è scritto e quali siano questi atti ufficiali che destinerebbero la struttura ad altri a scopi sociali, fermo restando che il progetto di co-housing chiesto dagli occupanti si presta ad essere portato avanti in qualsiasi altro edificio pubblico inutilizzato e disponibile.

Siamo chiamati a far sì che i diritti di tutti i cittadini rappresentati dal consiglio comunale non vengano calpestati: non vogliamo essere presi in giro né vogliamo soprattutto che lo siano gli occupanti della “casa”, a cui un ultimatum inumano dà ancora poche ore di tempo per decidere della propria vita.

I gruppi consiliari del M5S e di Sel – Ancona bene comune

 

 

Comunicato stampa – Emergenza abitativa: l’amministrazione fa orecchie da mercante?

casa

Come Progetto Ancona Bene Comune, in sinergia con varie realtà locali sensibili al tema, abbiamo iniziato ad occuparci dell’emergenza abitativa ormai quasi due mesi fa.

In questo lasso di tempo dentro le sedi istituzionali abbiamo presentato interrogazioni e richiesto accesso ad atti utili a comprendere al meglio il quadro.
Fuori abbiamo organizzato presidi, sit in ed una assemblea pubblica che ha visto partecipare più di 50 persone.
Continua a leggere

Mozione – Per un Trasporto Pubblico con la P Maiuscola

trasporto pubblico copia

Al Presidente del Consiglio Comunale di Ancona

OGGETTO: MOZIONE AI SENSI DELL’ARTICOLO 27 DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE

I sottoscritti consiglieri comunali Francesco Rubini Filogna e Stefano Crispiani presentano una mozione come di seguito specificato:

Appurato che: Continua a leggere

Comunicato Stampa – Ancona Bene Comune in Rete: nasce a Pisa “Le Città in Comune”

le città in comune

Nasce a Pisa “Le Città in Comune”

Liste di cittadinanza unite per un’altra idea di città: al via tre campagne su austerità, beni comuni, recupero del territorio

Disobbedienza al Patto di Stabilità, rigenerazione e valorizzazione sociale del patrimonio immobiliare in disuso, difesa dei beni comuni e dei servizi pubblici. Queste sono le tre melodie composte a Un’altra musica in Comune – l’appuntamento promosso da 11 liste di cittadinanza a cui si sono aggiunte altre esperienze amministrative provenienti da sud a nord. Continua a leggere