Comunicato congiunto SEL Ancona Bene Comune e M5S: Il Sindaco non menta sulla destinazione della scuola di Via Ragusa.

cdn

 

 

 

 

 

 

In merito alla destinazione della ex scuola Regina Margherita chiediamo al Sindaco e alla giunta di informare correttamente e in via definitiva i cittadini.

Sulla stampa abbiamo letto non meglio precisate dichiarazioni da parte dello stesso Sindaco riguardo ad eventuali o presunte destinazioni dello stabile ad associazioni per disabili o ad altri scopi sociali, che sarebbe stata decisa dal consiglio comuanale, cosa che non corrisponde agli atti in nostro possesso.

Questo consiglio comunale non ha mai votato atti che riguardano l’ex scuola, se non quelli contenuti nel bilancio di previsione 2013, dove lo stesso edificio figura nel piano delle alienazioni 2014 (allegato). Quindi la scuola doveva essere venduta, stando al bilancio votato in consiglio.

A conferma di questo, nessuna menzione di eventuali opere pubbliche relative alla scuola Regina Margherita viene riportata nel piano triennale delle opere pubbliche (alleghiamo anche questo). Se rimessa in funzione, essa avrebbe bisogno di ingenti interventi di manutenzione e ripristino a causa di problemi di staticità.

Ad una nostra richiesta di accesso agli atti per conoscere eventuali altri documenti che destinassero lo stabile a diverse assegnazioni, ci è stato risposto dagli uffici comunali con un nulla di fatto, ovvero gli uffici non sono a conoscenza di altri tipi di destinazioni che non siano quelle attuali.

Chiediamo dunque al Sindaco dove è scritto e quali siano questi atti ufficiali che destinerebbero la struttura ad altri a scopi sociali, fermo restando che il progetto di co-housing chiesto dagli occupanti si presta ad essere portato avanti in qualsiasi altro edificio pubblico inutilizzato e disponibile.

Siamo chiamati a far sì che i diritti di tutti i cittadini rappresentati dal consiglio comunale non vengano calpestati: non vogliamo essere presi in giro né vogliamo soprattutto che lo siano gli occupanti della “casa”, a cui un ultimatum inumano dà ancora poche ore di tempo per decidere della propria vita.

I gruppi consiliari del M5S e di Sel – Ancona bene comune

 

 

Comunicato stampa – Crispiani sul meccanico “abusivo” condannato

“Si tratta dell’ennesimo episodio che dimostra come ci troviamo di fronte ad una drammatica emergenza sociale”. Così Stefano Crispiani commenta la vicenda del meccanico arrestato e condannato per allaccio abusivo  del gas. “La cosa sconcertante – prosegue il neo-eletto consigliere comunale di Sinistra Ecologia e Libertà – è che anche in questo caso la cifra in questione era relativamente modestaChiunque fra due settimane si troverà a governare Ancona, non potrà eludere questo scenario. Da parte nostra riteniamo che il Comune debba attivarsi immediatamente, una volta insediata la giunta, per effettuare un “inventario” di queste situazioni per intervenire e impedire che per poche centinaia di euro le persone si debbano trovare allo sbando. Non si può fare affidamento sul buon cuore di qualche benestante. Non siamo nell’Ottocento. In questo caso, per fortuna, non abbiamo assistito a gesti estremi, ma è fondamentale rispondere al diffuso disagio sociale”. Crispiani conclude assicurando che, “per quanto ci riguarda, la questione sociale sarà una delle nostre priorità”.

Ancona 30 maggio 2013