Ordine del giorno sull’emergenza sfratti e povertà nella città di Ancona

si-aggrava-l’emergenza-sfratti-a-trecate-6384

Al presidente del Consiglio Comunale di Ancona

Ordine del giorno sull’emergenza sfratti e povertà nella città di Ancona

Constatato che:

- I dati ISTAT e del Ministero degli Interni ci dicono che negli ultimi 9/10 anni, gli sfratti ad Ancona sono drammaticamente aumentati; in pratica sono PIU’ CHE TRIPLICATI. Continua a leggere

Comunicato congiunto SEL Ancona Bene Comune e M5S: Il Sindaco non menta sulla destinazione della scuola di Via Ragusa.

cdn

 

 

 

 

 

 

In merito alla destinazione della ex scuola Regina Margherita chiediamo al Sindaco e alla giunta di informare correttamente e in via definitiva i cittadini.

Sulla stampa abbiamo letto non meglio precisate dichiarazioni da parte dello stesso Sindaco riguardo ad eventuali o presunte destinazioni dello stabile ad associazioni per disabili o ad altri scopi sociali, che sarebbe stata decisa dal consiglio comuanale, cosa che non corrisponde agli atti in nostro possesso.

Questo consiglio comunale non ha mai votato atti che riguardano l’ex scuola, se non quelli contenuti nel bilancio di previsione 2013, dove lo stesso edificio figura nel piano delle alienazioni 2014 (allegato). Quindi la scuola doveva essere venduta, stando al bilancio votato in consiglio.

A conferma di questo, nessuna menzione di eventuali opere pubbliche relative alla scuola Regina Margherita viene riportata nel piano triennale delle opere pubbliche (alleghiamo anche questo). Se rimessa in funzione, essa avrebbe bisogno di ingenti interventi di manutenzione e ripristino a causa di problemi di staticità.

Ad una nostra richiesta di accesso agli atti per conoscere eventuali altri documenti che destinassero lo stabile a diverse assegnazioni, ci è stato risposto dagli uffici comunali con un nulla di fatto, ovvero gli uffici non sono a conoscenza di altri tipi di destinazioni che non siano quelle attuali.

Chiediamo dunque al Sindaco dove è scritto e quali siano questi atti ufficiali che destinerebbero la struttura ad altri a scopi sociali, fermo restando che il progetto di co-housing chiesto dagli occupanti si presta ad essere portato avanti in qualsiasi altro edificio pubblico inutilizzato e disponibile.

Siamo chiamati a far sì che i diritti di tutti i cittadini rappresentati dal consiglio comunale non vengano calpestati: non vogliamo essere presi in giro né vogliamo soprattutto che lo siano gli occupanti della “casa”, a cui un ultimatum inumano dà ancora poche ore di tempo per decidere della propria vita.

I gruppi consiliari del M5S e di Sel – Ancona bene comune

 

 

Dalla parte della musica

PergolesiLa scorsa settimana ho avuto un incontro al Pergolesi, dove hanno partecipato anche gli altri candidati sindaco. Ancona Bene Comune ribadisce con forza la necessità di intervenire affinché l’Istituto viva ed Ancona mantenga un luogo di formazione superiore in ambito musicale. Per raggiungere questo risultato il Comune deve fare la sua parte, come stabilito negli atti già approvati.

Ma questo NON basta! Bisogna che l’intera cittadinanza faccia sentire l’importanza di questo obiettivo anche alla Regione Marche la quale, disimpegnandosi, ha determinato in misura consistente lo stato di crisi in cui quell’istituzione versa. Merita inoltre sostegno anche l’attività dell’ Accademia Musicale affinché l’intera offerta formativa musicale ad Ancona possa continuare ai livelli fin qui conosciuti. Ancona deve essere una città di cultura “perché con la Cultura si mangia”!

Stefano Crispiani

#AnconaBeneComune

PER STEFANO CRISPIANI SINDACO: FIRMA L’APPELLO! #AGGIORNATO#

l_giant_pen_blueAncona ha bisogno di una svolta.

La crisi economica, produttiva – commerciale – sociale è durissima.
L’ emergenza finanziaria del Comune è conclamata.
La crisi politica-istituzionale e di credibilità delle classi dirigenti che hanno finora guidato il Comune è altrettanto grave, fra dimissioni di sindaci, tourbillon di assessori, elezioni anticipate.

Continua a leggere

Comunicati stampa 16.03.2013: CRISPIANI E SEL ANCONA: “Non parteciperemo alle primarie dei Pd. Avanti per la riscossa civica di Ancona”

mega“Abbiamo iniziato la nostra attività di campagna elettorale per le elezioni municipali 2013 sottolineando come, alla luce dei fallimenti amministrativi precedenti, Ancona avesse bisogno di discontinuità, trasparenza ed impegni chiari e definiti sulle questioni di fondo relative al prossimo governo cittadino. Allo stato attuale delle cose non è ancora comprensibile, salvo generici intenti, quale l’idea di città i Pd e i suoi candidati intendono proporre. Ritengo altresì non accettabili le regole capestro che sono state proposte dal Pd per provare a tenere insieme una coalizione dai contorni imprecisati. stefano_sidnaco2013
I proponenti le primarie non hanno voluto rimuovere nessuna delle criticità presenti nelle loro proposte.
 In conseguenza di ciò la convocazione delle Primarie assume sempre più i contorni di una disputa interna tra componenti del Partito Democratico piuttosto che un momento di reale costruzione politico-programmatica in grado di far uscire Ancona dalla palude in cui è stata trascinata.

Comunico pertanto la mia intenzione di NON PRENDERE PARTE  alle Primarie e proseguire insieme a SEL, ai cittadini anconetani e alle forze sociali e politiche che vorranno condividerla con noi, la campagna “Stefano Crispiani Sindaco – Ancona Bene Comune”, un percorso di reale cambiamento e di riscossa civica per la nostra Ancona. Continua a leggere